TRATTAMENTO DI STRIE ULTRAVENTENNALI CON LA SINERGIA OTTENUTA CON CAMPI ELETTROMAGNETICI E VACUUM. CASISTICA CLINICA E SUCCESSIVO FOLLOW-UP*

Jan 23, 2020

Giovanni Alberti¹, Simona Laura²

¹ MD, Scuola Internazionale di Medicina Estetica della Fondazione Fatebenefratelli, Roma
² MD, Probo Viro della Società Italiana di Medicina Estetica (SIME)

*Treatment of stretch marks aged more than twenty years with the synergy of electromagnetic field and vacuum. Clinical case studies and subsequent follow-up
Pubblicato su La Medicina Estetica N°3 luglio-settembre 2019

ABSTRACT

OBIETTIVO: lo studio si pone l’obiettivo di verificare l’efficacia della sinergia tra campi elettromagnetici, flusso di elettroni e vacuum massaggio realizzata con Biodermogenesi®, applicata su smagliature ultraventennali (striae alba – SA) su pazienti donne. La scelta del tipo di smagliature trattate, selezionate non per localizzazione o causa, ma per datazione, permette allo studio di aprire una discussione sulla possibilità di intervenire con successo anche nei confronti delle strie notoriamente più ostiche, analizzando i risultati ottenuti e l’assenza di effetti collaterali.
Metodo: 20 pazienti donne gravate da smagliature ventennali sono state trattate con un ciclo di 9 sedute di Biodermogenesi® a cadenza settimanale. Il trattamento è stato eseguito con Bi-one® 2.0 MD, equipaggiato con un generatore di impulsi elettrici, campi elettromagnetici e vuoto integrati ad un sistema di bio-feedback che permette la variazione automatica di frequenze ed intensità del campo elettromagnetico erogato. Si prevede una valutazione soggettiva degli esiti effettuata separatamente dai pazienti e dai ricercatori chiamati a valutare il riempimento del solco, l’evidenza al tatto, la discromia e l’eventuale abbronzatura delle smagliature. La valutazione è effettuata a T0 (prima delle sedute – 0%), T1 (al termine del ciclo di 9 sedute) e T2 (dopo sei mesi dal termine del ciclo di 9 sedute). La scala di valutazione è la seguente:

  •  Livello 0 Nessun miglioramento + 0%
  • Livello 1 Miglioramento scarso da +1% a +20%
  • Livello 2 Miglioramento lieve da +21% a +40%
  • Livello 3 Miglioramento medio da +41% a +60%
  • Livello 4 Miglioramento buono da +61% a +80%
  • Livello 5 Miglioramento ottimo da +81% a +100%

RISULTATI: il miglioramento delle SA si è evidenziato con un tangibile riempimento delle medesime, evidente sia al
tatto che alla vista, e dal recupero di un colorito inizialmente compatibile con il tessuto circostante e successivamente
uniforme. Nella successiva o contemporanea esposizione agli ultravioletti si è apprezzata l’abbronzatura delle strie con
intensità progressivamente similare alla cute integra, in totale assenza di effetti collaterali. Si è constatato inoltre un generale aumento dell’elasticità e compattezza delle aree trattate.
CONCLUSION: la sinergia offerta da Biodermogenesi® ha dimostrato di rigenerare anche SA ultraventennali, notoriamente le più complesse da trattare, riducendone significativamente, ed in alcuni casi eliminandone del tutto, l’evidenza al tatto ed alla vista, grazie anche alla ritrovata facoltà di abbronzare le strie con l’esposizione agli ultravioletti. Si apprezza l’uniformità degli esiti, in quanto tutti i pazienti hanno reagito positivamente alla terapia in assenza di effetti collaterali.